Il nuovo Mr Gay Europa è stato nominato in Polonia, nonostante la prevalente protesta del pubblico da parte dei cittadini del paese

La 12° edizione del popolare concorso di bellezza per gli uomini europei gay si è tenuta in Polonia l'11 agosto 2018. Enrique Doleschy, un concorrente dalla Germania, ha preso la corona preziosa. È stata la seconda volta, quando il tedesco uomo gay è diventato vincitore del concorso europeo, dopo che Jackson Netto era diventato il primo nel 2007. Commentando la sua vittoria, Doleschy ha detto: “I concorsi del genere sono estremamente necessari per la comunità gay per incoraggiarli, per fargli credere che tutto è possibile. Mr Gay Europa mi ha fatto un eroe, un modello da seguire per la gioventù europea queer per il prossimo anno, ed è una grande responsabilità. Questo mi stimola a diventare migliore”. Anche il presidente e il co-fondatore di Mr Gay Europa, Tore Aasheim, ha dichiarato che questa competizione non è solo un concorso di bellezza. “È stato lanciato per dare i modelli da seguire della vita reale per tutte le nostre comunità LGBT in tutta l'Europa. Ogni concorrente non è solo un bel viso e il corpo perfetto, ognuno di loro è una grande personalità, che è attivista, difensore e forte sostenitore della comunità queer”. A proposito, il concorso di bellezza per gli uomini gay di quest'anno è stato segnato anche dalla presenza del primo concorrente transgender nella storia di Mr Gay Europa. È Niels Jansen da Danmark, che è diventato il secondo classificato.

Gli attivisti LGBT polacchi hanno accolto con favore la partecipazione di Mr Gay Europa 2018 a Poznan, che è la quinta città più popolata della Polonia. Ma non tutti gli abitanti del paese erano altrettanto ospitali. Un sondaggio pubblico del 2014 ha rivelato che circa il 70% dei polacchi considerano l'attività omosessuale come “inaccettabile” e “contro ogni norma morale”. Comunque, la percentuale di avversari è scesa dal 89% del 2005, ciò indica che l'opinione pubblica sta gradualmente cambiando. Ma ancora, la Polonia è molto indietro rispetto alla maggior parte dei paesi europei per quanto riguarda i diritti delle persone LGBT. Nel 2017, secondo i risultati dell'indagine Rainbow Europe, realizzata da ILGA-Europe ogni anno, la Polonia ha ricevuto solo il 18% per l'accettazione dei diritti LGBT.

Gaynewseurope.com